Cambio comunicazione: I DSA sono Geni

Sono mesi che predico dappertutto che le informazioni che girano su internet, sui social network sui dsa sono inesatte e peggiorative. La gente poi, legge male e pensa peggio. Tutte le volte che chiedo "per voi cosa è la dislessia?" ho avuto solo risposte del tipo: è un disturbo, non sanno leggere, è un handicap, sono incapaci, poverini, hanno un ritardo psicologico (da qui ho deciso di non lanciare più sondaggi su internet perché quest'ultima l avrei dovuta picchiare...) Solo la mia ex baby sitter, marocchina con un italiano improbabile, mi disse "io non so cosa dis dislessa ma era così Einstein? Quel genio.. ? Ma tu fiio è così?".
Poi ancora "tu sei dislessica? Caspita sembri normale" un'amica
"se non ci avesse detto che suo figlio è dislessico, non ce ne saremmo accorte" le maestre
Beh quante ce ne possiamo raccontare su tutti questi uomini e queste donne di buona volontà che si mettono al pc e cercano "dislessia"? trovano, leggono e deducono ? (e che cari! La gentile signora del ritardo psicologico, mi ha inviato i link delle fonti con commenti saputelli ... del tipo "studia ciuccia"). La bella gente poi, non manca mai.
Allora, sono incapaci di leggere o comprendere un testo oppure i termini di cui sopra sono usati frequentemente quando si parla e si scrive di dislessia? Sapete quanti psicologi, psicoterapeuti, logopedisti si rivolgono in questi termini? Dovrei riportarvi link di interviste, (in una delle quali, si afferma che dalla dislessia si guarisce), le parti sottolineate dai loro libri (perché se chiedo delucidazioni devo pagare qualcosa: un libro, un corso, una seduta), lo farò. Dunque, dopo l articolo provocatorio e diffamatorio sui "dsa poveri sfigati" corretto con una controproposta da "ridiamo dignità alla dislessia" (articoli su un giornale virtuale che sembra più di carattere finanziario che medico o pedagogico, cui ricordo in alto a destra il logo della pubblicità dello sponsor: CD ROM per psicologi sulla dislessia) ecco oggi la battuta di un conduttore radiofonico che di fronte ad un pasticcio di parole, invece di invocare quell'elegante frase fatta "è il bello della diretta" ha esordito tristemente "oggi mi sento dislessico" ancora una volta abbinato ad un errore, una gaffe.
Ho assolutamente ragione e ne ho la conferma tutti i giorni. I dislessici poveri sfigati, ecc ecc. Questo pensa la gente e, forse, questo vuole sentirsi dire.
Bene, adesso vi dirò una cosa che vi sconvolgerà. In questo pasticcio di parole mi permetto di dire che è vero che siamo sfigati perché siamo circondati da persone così, ma è altrettanto vero che siamo geni e non aggiungo niente altro per confondere le vostre menti tra teorie sulle intelligenze multiple, quozienti intellettivi, emisfero destro ed emisfero sinistro: significa solo che siamo geni. Perché non leggiamo come voi? Perché il nostro codice genetico non ammette quel linguaggio di comunicazione. Perché tu non disegni come Walt Disney, crei come Steve Jobs, suoni come Beethoven? Io la risposta non ce l ho.
Ho deciso che da oggi la mia comunicazione cambierà: i dislessici sono geni. Non cambierò il mondo ma almeno cambierò quello intorno a mio figlio. Avranno altri argomenti su cui discutere circa la dislessia e mi aspetto la domanda "è vero che i dislessici sono geni?" invece di "è vero che non sono capaci di leggere?"
MammaMary